Viola Zulian

Muffins alla zucca

La mia ricetta

Questa ricetta è nata come spesso accade, per caso. In effetti l’autunno è la mia stagione preferita e di paripasso i suoi colori ed i suoi frutti. La zucca è presente costantemente in casa nostra (da quest’anno anche nel giardino).
Così ho cercato di unire la sua bontà all’utilizzo dell’aquafaba che altro non è che l’acqua di cottura o di immersione dei ceci. In effetti contiene un aspetto amminoacidico simile a quello dell’uovo e per tale ragione possiede le stesse capacità coaugulative. In questo modo si tagliano drasticamente i grassi e il muffin risulta bello soffice e fragrante.

INGREDIENTI

• 150g di polpa di zucca precedentemente cotta al forno
• 100g di farina di canapa
• 250g di farina integrale
• 1 bustina di lievito
• 100g di zucchero mascobado o rapadura
• 4 datteri Deglet nour senza nocciolo
• 1 bicchiere di aqua faba
• 2 tazze di latte vegetale (avena, soja, mandorle)
• 1 cucchiaio di cannella
• 1 cucchiaino di zenzero in polvere
• 1 spolverata di noce moscata
• 80g di noci pecan
• 80g di cioccolato fondente plant-based

INDICAZIONI

Pre-riscaldate il forno a 180° in modalità ventilata.
In una ciotola versate tutti gli ingredienti secchi: farine, zucchero, lievito e spezie: mescolate bene. In un altro recipiente, mescolate polpa di zucca, aquafaba, latte, datteri. Se lo possedete, potete mescolare tutti gli ingredienti assieme in un robot da cucina (io uso il Bimby). Quanto l’impasto è ben amalgamato, aggiungete il cioccolato in scaglie e le noci grossolanamente triturate.
Versate il contenuto negli appositi stampi e fate cuocere per 15-20 minuti. Per verificarne la cottura inserite un bastoncino o la lama di un coltello, ne deve uscire asciutta.

Condividi questa bontà con #visavegeto !

Con gratitudine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chirurgo bariatrico lifestyle medicine

Benvenut*!

Viola Zulian e sono un medico specializzato in chirurgia. Da molti anni mi occupo di obesità ed ho preso recentemente la specializzazione in medicina del lifestyle.

Mi piace pensare che grazie alla divulgazione e all’informazione si possa aiutare in grande scala.

Seguimi su IG

Il mio eBook

Una spiegazione scientifica alle trappole della diet culture, per aumentarne la consapevolezza e migliorare il rapporto con il cibo e con il nostro corpo.

Potrebbe interessarti anche...